Si informa che questo sito utilizza cookie anche di profilazione (di terze parti) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere e se si vuole negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Continuando con la navigazione si acconsente all' utilizzo dei cookie. X

Condizioni contrattuali dei biglietti aerei

1) nel presente contratto per “biglietto” si intende il biglietto del passeggero con ricevuta del bagaglio, di cui le presenti condizioni e le notifiche formano parte; per “trasporto” s’intende il trasporto di passeggeri e bagagli; per “vettore” si intende ogni vettore che trasporti o si impegni a trasportare il passeggero o il relativo bagaglio in virtù del presente contratto o fornisca qualsiasi altro servizio accessorio; per “CONVENZIONE DI VARSAVIA” si intende la convenzione per l’unificazione di certe norme in materia di trasporti aerei firmata a Varsavia il 12 ottobre 1929, o detta Convenzione modificata all’Aia il 28 settembre 1955, a seconda dei casi.
2) il trasporto regolato dal presente contratto è soggetto alle norme e alle limitazioni in materia di responsabilità stabilite dalla Convenzione di Varsavia, salvo nel caso in cui il trasporto non sia “internazionale” ai sensi della detta Convenzione.
3) salvo nel caso di conflitto con quanto precede, il trasporto e gli altri servizi forniti dal vettore sono regolati:
(I) dalle disposizioni riportate sul biglietto,
(II) dalle tariffe applicabili,
(III) dalle condizioni di trasporto del vettore e dalle relative norme che fanno parte integrante del contratto (e possono venire notificate su richiesta presso gli uffici del vettore), eccetto nel caso di trasporto tra una località degli Stati Uniti o del Canada e qualsiasi altra città al di fuori di tali paesi, al quale si applichino le tariffe in vigore nei detti paesi.
4) il nome del vettore può essere abbreviato sul biglietto, mentre il nome completo, seguito dall’abbreviazione, figura nelle tariffe , nelle condizioni di trasporto, nel regolamento e negli orari del vettore. L’indirizzo del vettore è l’aeroporto di partenza indicato sul biglietto accanto alla prima abbreviazione del nome del vettore. Gli scali intermedi previsti sono quelli specificati sul biglietto o figuranti negli orari del vettore come soste regolari sulla rotta del passeggero. Il trasporto che vada effettuato in virtù del presente contratto da diversi successivi vettori è considerato come un’unica operazione.
5) Un vettore aereo che emette un biglietto per un trasporto da eseguire su linee di altro vettore, agisce solo in qualità di agente di quest’ultimo.
6) Ogni esclusione o limitazione di responsabilità del vettore sarà estesa a beneficio degli agenti, dipendenti e rappresentanti del vettore e di qualsiasi persona fisica o giuridica i cui aeromobili siano utilizzati dal vettore stesso per il trasporto, compresi gli agenti, i dipendenti e i rappresentanti di detta persona fisica o giuridica.
7) Il bagaglio registrato sarà riconsegnato al portatore della ricevuta bagaglio. In caso di danno al bagaglio, su percorsi internazionali li reclamo dovrà essere avanzato per iscritto al vettore immediatamente dopo la scoperta del danno o, al più tardi, entro 7 giorni dalla data di ricezione; in caso di ritardo; il reclamo dovrà essere avanzato entro 21 giorni dalla data di riconsegna del bagaglio. Vedere le tariffe o condizioni di trasporto relative ai trasporti non internazionali.
8) Il presente biglietto da diritto al passaggio aereo ed è valido per il periodo di un anno dalla data della sua emissione a meno che non sia altrimenti disposto nel presente biglietto, nei tariffari del vettore, nelle condizioni di trasporto o regolamenti relativi. La tariffa per il trasporto del presente biglietto è soggetta a variazioni prima dell’inizio del trasporto. Il vettore può rifiutarsi di effettuare il trasporto se non è stata pagata la tariffa applicabile.
9) Il vettore farà il possibile per trasportare il passeggero ed il bagaglio con ragionevole speditezza. Le ore indicate negli orari o altrove non sono impegnative e non costituiscono elemento essenziale di questo contratto. Il vettore può sostituire senza preavviso altri vettori o l’aeromobile, e può modificare o omettere, in caso di necessità, le località di fermata nel biglietto. Gli orari possono essere cambiati senza preavviso. Il vettore non assume responsabilità per le coincidenze.
10) Il passeggero dovrà attenersi alle disposizioni governative riguardanti il viaggio, presentare i documenti di uscita o di entrata e gli altri documenti necessari ed arrivare all’aeroporto all’ora fissata dal vettore oppure, qualora questa non sia stata fissata, con sufficiente anticipo in modo da consentire l’espletamento delle formalità di partenza.
11) Nessun agente, dipendente o rappresentante del vettore è autorizzato ad alterare, modificare o derogare a qualsiasi disposizione del presente contratto. Resta Inteso, ai sensi della CCV di Bruxelles del 23 aprile 1970, recepita dalla L. n. 1084 del 1977, cui si fa rinvio ai fini della relativa disciplina, che la società Condor nell’ambito del presente contratto, nella sua qualità di intermediaria, si è limitata a procurare al viaggiatore, per suo conto, esclusivamente il servizio di trasporto, pertanto qualunque deficienza di tale servizio rappresenta un inadempimento contrattuale imputabile direttamente al vettore aereo.