Si informa che questo sito utilizza cookie anche di profilazione (di terze parti) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere e se si vuole negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Continuando con la navigazione si acconsente all' utilizzo dei cookie. X

Documentazione necessaria per l'espatrio in Kenya e tariffe visti

Clicca qui per info utili sul Kenya

Il Governo del Kenya ha semplificato la procedura per ottenere il visto d’ingresso al Paese, direttamente online.

I turisti dovranno ricordarsi di stampare la copia dell’avvenuto rilascio del visto, in modo da presentarla all’ufficio immigrazione al loro arrivo in Kenya.
Pertanto è online sul sito http://evisa.go.ke la procedura per l'ottenimento del visto che è obbligatoria per tutti gli ingressi dal 1° settembre 2015.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Qui potrete trovare un breve TUTORIAL su come espletare la formalità del visto online (stampabile o scaricabile in pdf.)

1. Passaporto necessario, con validità  residua di almeno sei mesi al momento della richiesta del visto.
2. Occorre altresì essere in possesso di un biglietto aereo di andata e ritorno. All'ingresso nel Paese, viene apposto un timbro sul passaporto, dal quale risulta la durata del soggiorno. Si consiglia al turista di dichiarare il periodo effettivo del soggiorno in Kenya e di controllare il timbro apposto sul passaporto; la proroga del soggiorno può essere estesa solo presso gli uffici competenti per l'immigrazione. Le sanzioni per il mancato rispetto di tale procedura possono arrivare anche all'arresto.
3. Per entrare in Kenya il passaporto deve avere almeno un'intera pagina bianca, al fine di poter apporre il visto d'ingresso. In caso contrario, i viaggiatori potrebbero non essere accettati nel Paese e fatti rientrare in Italia con il primo volo utile. Per le eventuali modifiche relative alla validità  residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l'Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia.

Visto d'ingresso:

necessario per i visitatori maggiori di sedici anni, può essere richiesto ONLINE o direttamente in aeroporto.
Le categorie di visto sono le seguenti:
- visto di transito (transit visa, 20 EURO) valido da uno a sette giorni;
- visto turistico (tourist visa, 51 USD) valido per tre mesi;
Tali tariffe saranno applicate a ciascun passaporto senza differenza d'età
- visto multiplo (multiple visa, 80 EURO) per affari;
- visto valevole per un unico viaggio (single journey visa, 40 EURO)
- visto per entrata doppia (double-entry visa, 20 EURO) rilasciato a persone che entrano in Kenya per poi proseguire in altro Paese membro della "East Africa Community" (oltre al Kenya ne fanno parte Uganda, Rwuanda, Burundi e Tanzania) e rientrare successivamente in Kenya. Nel caso in cui il visto venga richiesto in aeroporto, si attira l'attenzione sul fatto che le Autorità keniote fino a poco tempo fa accettavano il pagamento dei relativi diritti "soltanto in dollari statunitensi di recente emissione". Il Ministero degli Affari Esteri keniano ha diramato il 4 giugno 2009 una comunicazione con cui ha indicato il costo del visto di ingresso anche in altre valute, tra cui l'Euro. Sebbene ciò lasci intendere che il pagamento del visto di ingresso possa essere effettuato in aeroporto anche in Euro, si consiglia comunque di prepararsi ad effettuarlo in dollari USA.

Il governo del Kenya ha deciso di ripristinare, fino a data da destinarsi, la possibilità di scegliere se effettuare la procedura di eVisa prima della partenza o la richiesta di visto manuale all'arrivo nel Paese. 

La scelta è stata fatta per venire incontro alle difficoltà emerse sui mercati internazionali in merito all'introduzione dell'eVisa, come fortemente espresso durante l'incontro tra gli operatori italiani e la Cabinet Secretary East African Affairs, Commerce and Tourism svoltosi lunedì 7 settembre 2015 a Milano.  
 
Pertanto, tutti coloro che non avranno richiesto il loro eVisa prima della partenza troveranno delle porte dedicate al rilascio del visto manuale all'arrivo in Kenya.

Il portale http://evisa.go.ke/evisa.html è comunque attivo e rimane possibile effettuare la richiesta e il pagamento prima della partenza, riducendo le code all'ingresso e evitando il pagamento in loco.

Domande e risposte sull'ottenimento del eVisa:
 

  • Perché l’e-Visa?
    Molti governi del mondo stanno andando verso la digitalizzazione delle operazioni. Le richieste online permettono al visitatore di ricevere il proprio visto prima della partenza, evitando il rischio di un ingresso rifiutato al momento dell’arrivo a destinazione.
  • La richiesta dell’e-Visa è complicata? 
    La procedura di richiesta è stata modificata e semplificata per essere più “user friendly”. 
    L’e-Visa ha ora un proprio sito dedicato http://evisa.go.ke.
    Sull'home page del sito è a disposizione una chat in inglese per rispondere alle domande dei richiedenti., 
  • È necessario caricare una foto formato passaporto per procedere con la richiesta online?
    Si, il richiedente deve caricare una foto in formato passaporto per completare la richiesta. 
    Le foto possono essere scansionate o fatte con un normale smartphone. 
    Il sistema è in grado di ridimensionare automaticamente la foto nelle misure richieste.
  • Se la richiesta è rifiutata, il visto è rimborsabile?
    No, il costo del visto non è rimborsabile in quanto la richiesta sarà comunque processata per l'approvazione o non approvazione
  • L’e-Visa va pagato solo in dollari americani?
    Si, il pagamento online dell’eVisa viene effettuato solo in dollari americani.
  • Coloro che sono in transito dall’aeroporto JKIA di Nairobi con un volo in proseguimento, per esempio per il Kilimanjaro, devono acquistare un visto, anche se devono passare la dogana solo per raggiungere il volo di collegamento?
    Si, un passeggero in transito che deve passare la dogana entrando in Kenya necessita di un Transit Visa. È a disposizione una postazione in aeroporto per richiedere tale visto.
  • Per quali nazionalità è possibile richiedere online?
    L’e-Visa è richiesto per tutti i cittadini delle nazioni di categoria 2. 
    La lista di tutte le nazionalità per cui è richiesto il visto è online nel portale dedicato http://evisa.go.ke, nelle informazioni sul visto, cliccando su "Type of e-Visa Available / Who requires a Visa".
  • I visti che non si possono acquistare online possono essere ottenuti all’arrivo all’aeroporto JKIA o presso l’ambasciata?
    La procedura di richiesta per i visti non richiedibili online rimane invariata. Si tratta di visti di categoria 3 e il richiedente deve farne sempre richiesta al Director of Immigration Services prima della partenza. 
    È comunque allo studio l’inserimento online di alcune di queste categorie.
  • Cosa cambia per l’East African Visa?
    L’East Africa Tourist Visa non è inserito nel nuovo sistema. È sempre richiedibile all’arrivo ed è valido per Kenya, Rwanda e Uganda. È anche possibile richiedere il visto manualmente presso le Ambasciate.
  • La procedura è solo in inglese?
    Il sistema sarà modificato per essere disponibile anche in altre lingue come Francese, Italiano, Tedesco e Cinese attraverso la traduzione automatica.
  • Qual è il ruolo di Tour Operator e Agenti di Viaggio?
    Gli agenti di viaggio possono fare la chiesta per i propri clienti, a condizione di inserire informazioni accurate e allegare, come richiesto, la lettera di invito o l’itinerario di viaggio / prenotazione. 
    I dettagli di hotel e numeri di telefono sono necessari per la sicurezza e per gestire le situazioni di emergenza.
    L’agente di viaggio può utilizzare il proprio account per inserire le richieste dei propri clienti.
    Il visto sarà con il nome e i dettagli del richiedente per cui questo viene effettuato.
  • I dettagli richiesti sono troppi
    I dettagli dei visitatori sono molto importanti per il Paese per gestire le questioni relative alla presenza di stranieri e tenere traccia delle loro attività e di dove stanno soggiornando. La richiesta di contatti come e-mail, numero di telefono, indirizzo fisico di soggiorno e luoghi visitati sono importanti per la sicurezza e per gestire le situazioni di emergenza.
  • I visitatori continueranno a passare dall’immigration desk, con foto e rilascio delle impronte digitali all’arrivo?
    Si, foto e impronte digitali continueranno ad essere prese all’arrivo in Kenya per autenticare che la persona che ha richiesto l’e-Visa è la stessa che entra nel Paese. Si tratta di una best practice comune in tutto il mondo per garantire la sicurezza delle frontiere. Rispetto alla procedura manuale, il procedimento online permette ai visitatori di risparmiare tempo all’ingresso nel Paese evitando l’attesa per la scrittura manuale del visto e della ricevuta.
  • Se si sta facendo una richiesta e la si interrompere prima di completarla è possibile riprendere da dove si è interrotto?
    Si, il sistema permette di salvare la richiesta e continuarla in un secondo tempo.
  • Che misure di sicurezza sono state approntate per l’utilizzo delle carte di credito?
    Il sistema non conserva nessuna informazione sulle carte di credito, che sono usate solo per Il pagamento. E-citizen è un sito governativo dotato dei più alti standard di sicurezza e delle ultime tecnologie. 
    È comunque in programma l’introduzione di altre modalità di pagamento, come PayPal.
  • Come è possibile sapere che l’e-Visa è stato approvato?
    La notifica di approvazione del visto verrà inviata alla mail del richiedente. 
    Il sistema invia la richiesta alla più vicina Ambasciata per garantire che sia processata e approvata nel più breve tempo possibile.
  • Il visto di entrata multipla non è più disponibile?
    Non è possibile richiedere il visto di entrata multipla on-line. 
    Questo può essere emesso soltanto dagli uffici immigrazione della sede di Nairobi. Pertanto, il richiedente dovrà presentare domanda per l’entrata singola sul portale e-Visa, e al momento dell’arrivo in Kenya recarsi agli Uffici immigrazione per richiedere il visto multiplo.
  • Cosa sono gli E-Visa Kiosks?
    L’Immigrazione introdurrà degli e-Visa kiosks negli aeroporti internazionali JKIA e MIA per due mesi, per supportare la transizione e gestire i soli casi di emergenza. Anche in questo caso il visitatore dovrà completare sul momento la procedura online e attendere conferma del rilascio, perdendo tempo e senza garanzia di conferma. Per questo, si consiglia fin da ora di richiedere l’eVisa prima dell’arrivo nei tempi prescritti, se non in casi di effettiva emergenza.
     
  • Qual è la validità dell'e-Visa?
    L'e-Visa dà la possibilità di entrare in Kenya per 3 mesi dalla data di ottenimento, anche in caso di cambio delle date di viaggio.
    Una volta entrati nel Paese il turista potrà fermarsi per 3 mesi a partire dall'ingresso.
Per maggiori informazioni in merito all’e-Visa visitare il sito http://evisa.go.ke.

Viaggiatori con animali (cani e gatti): cani e gatti devono essere accompagnati da un certificato veterinario di buona salute e da un certificato di vaccinazione antirabbica rilasciati nel Paese d'origine almeno un mese e non più di un anno prima dell'arrivo in kenya. Inoltre, occorre presentare un permesso di importazione da richiedere, in anticipo, presso l' Ambasciata del Kenya in Italia o al seguente indirizzo:

Department of Veterinary Services
Ministry of Livestock Development
PO Private Bag 00625
Kangemi Kenya
Tel.: +254 (0) 208043441
email: veterinarydepartment@yahoo.com


Si fa presente che per ricevere il suddetto permesso occorre calcolare 30 giorni dalla data di ricevimento della domanda da parte del competente ufficio.

Per altri animali è richiesto solo un certificato di buona salute.